19/07/2019
HomeCulturaA piedi scalzi

A piedi scalzi

Tutto sembra deserto, vuoto.

Ti ho aspettato, Eudaimonia, come aspetta chi ha perso

il senso del tempo, con pazienza innaturale.

Sposto lo guardo sulla piazza che mi cinge

gli occhi come un abbraccio di famiglia,

mentre assolvo il compito sempre più arduo

di proteggerli dal freddo degli occhi altrui.

Ho consumato le suole inseguendo la tua ombra;

ora, a piedi scalzi, cerco ancora la libertà.

 

 

Maria Barrasso

Fallo sapere anche su:




Nessun Commento

Area Commenti Chiusa.