14/10/2019
HomeSvagoGita fuori porta…alla scoperta del Chianti

Gita fuori porta…alla scoperta del Chianti

Anche quest’anno noi di Piazza del Campus abbiamo deciso di portarvi alla scoperta dei dintorni di Siena e, per ricominciare la nostra rubrica dedicata alle #gitefuoriporta, vi proponiamo oggi Castellina in Chianti, piccolo borgo che, come ci dice il nome, rappresenta uno dei principali comuni della zona del Chianti.

Le origini di Castellina in Chianti risalgono probabilmente al periodo etrusco, come testimoniano il Tumulo di Montecalvario e la Necropoli del Poggino situati nei pressi della città. Tuttavia le maggiori testimonianze risalgono al periodo medievale, quando la città divenne motivo di secolari battaglie tra le Repubbliche di Siena e Firenze a causa della sua strategica posizione.
Castellina in Chianti si trova infatti proprio al confine tra il versante senese e quello fiorentino dell’area chiantigiana e a partire dal 1203, data del Lodo di Poggibonsi in cui si definirono i confini chiantigiani tra Siena e Firenze, divenne una delle principali roccaforti fiorentine per controllare la città rivale. Nel 1478 passò poi sotto l’occupazione senese, per ritornare in mano ai fiorentini nel 1483. Durante questo lungo periodo di contese la città venne più volte distrutta e ricostruita e le sue mura vennero via via ampliate, chiamando per la loro costruzione illustri artisti quali Filippo Brunelleschi.
Oggi Castellina si trova sotto la provincia di Siena, lungo l’attuale strada S.R. 222 che collega Siena a Firenze e rappresenta un piccolo borgo collinare, immerso nella natura, noto soprattutto per la locale produzione di olio e vino. A partire dal 2016 fa inoltre parte del Bio-distretto del Chianti, comprendente altri sette comuni e costituito al fine di avviare una gestione sostenibile delle risorse locali, secondo i principi dell’agricoltura biologica e dell’agro-ecologia. Il buon cibo e il vino non mancano quindi in questa piccola città. Ma cosa fare e vedere a Castellina in Chianti?

La Rocca, Via delle Volte e Via Ferruccio: la Rocca di Castellina, costruita nella seconda metà del Quattrocento da Giuliano da Sangallo, rappresenta il cuore del paese. Di essa restano l’antico Cassero, sede del Comune e del Museo Archeologico del Chianti senese, e alcuni lunghi tratti delle mura. Sotto le antiche mura è possibile trovare un suggestivo tunnel sotterraneo, noto come Via delle Volte, che racchiude da sotto il centro storico e che è sede di negozi, botteghe artigiane e ristoranti. La via principale del centro storico è però Via Ferruccio; anche qui si possono trovare varie botteghe, negozi e ristoranti nonché edifici appartenuti a nobili famiglie quali Palazzo Bianciardi e Squarcialupi.

Chiesa di San Salvatore: al termine di Via Ferruccio si trova la Chiesa di San Salvatore, chiesa di origine cinquecentesca, ricostruita in stile neoromanico in seguito alla sua distruzione durante la II Guerra Mondiale. Al suo interno è possibile trovare un affresco staccato della Madonna in Trono attribuito a Bicci di Lorenzo ed una statua lignea di San Barnaba, antico patrono del paese.

Museo Archeologico del Chianti Senese: situato nell’antico Cassero, offre un percorso espositivo che racconta la storia antica del Chianti attraverso reperti provenienti da scavi effettuati nella zona di Castellina, Gaiole, Radda e Castelnuovo Berardenga. Il percorso porta poi al camminamento mediano e all’antica torre da cui si può ammirare un bellissimo panorama che comprende la Valdelsa, San Gimignano, i Monti del Chianti, Prato Magno e i Monti Amiata e Cetona.

Il Tumulo di Montecalvario: si tratta di un’antica tomba etrusca risalente al 6° sec. A.C., raggiungibile a piedi dal centro storico. Essa è caratterizzata da quattro camere ardenti ognuna delle quali è costituita da una camera principale con celle laterali. Purtroppo venne saccheggiata e derubata nei primi del ‘900, ma resta comunque una delle più importanti testimonianze dell’insediamento etrusco in questa zona. I resti del carro etrusco, qui trovati, si possono inoltre vedere nel Museo Archeologico del Chianti senese.

 

COME ARRIVARE A CASTELLINA IN CHIANTI DA SIENA:
In autobus: prendere la linea 125 per Castellina in Chianti da Viale Cavour (€3,50)
In macchina: prendere lo svincolo per Firenze, entrare in Strada Statale 674/ Tangenziale Ovest d Siena, svoltare a destra e prendere l’uscita per Badesse, svoltare a sinistra e prendere strada Provinciale 119 delle Badesse/SP119 (indicazioni per Lornano), proseguire per 13 km fino a destinazione

COME ARRIVARE A SIENA DA CASTELLINA IN CHIANTI:
In autobus: prendere la linea 125 da Via Fiorentina 8 per Siena Via Tozzi (€3,50)
In macchina: procedere in direzione sud da Strada regionale 222 Chiantigiana verso Via Trento e Trieste, dopo 13 km alla rotonda prendere la 2° uscita e prendere Via della Resistenza/Strada Provinciale 119 delle Badesse/SP119, svoltare a sinistra e prendere Str. Di Basciano, dopo 1 km prendere lo svincolo per Siena ed entrare in Raccordo Autostradale Firenze-Siena e prendere l’uscita Siena verso Siena

Isabel Sofia Fanciulli

Fallo sapere anche su:




Nessun Commento

Area Commenti Chiusa.