Scrivici!










Seguici su:
22/10/2018
HomeSvagoIl Fornello del FuorisedeInvoltini di pesce spada: una tradizione dello “Stretto”

Involtini di pesce spada: una tradizione dello “Stretto”

 

Gli involtini di pesce spada sono icona di quella “cucina mediterranea” che ha gemellato sin dall’antichità le città di Reggio Calabria e Messina: un piatto fresco, non troppo pretenzioso, ma dal grande risultato, che può sicuramente aiutare chi vuole gustare un pasto completo senza patire il caldo o senza appesantirsi all’ora di pranzo.

Ecco cosa occorre e come procedere per realizzare il piatto:

Ingredienti (per 4 persone)

  • 12 fette di pesce spada di 1 cm. di spessore
  • 350 gr di pomodorini
  • olio
  • sale
  • pepe nero
  • qualche foglia di basilico
  • 100 gr di pecorino o parmigiano grattugiato
  • 1 cipolla (RIGOROSAMENTE) di Tropea
  • 1 tazza di mollica di pane
  • 1-2 cucchiai di capperi sotto sale
  • olive nere denocciolate

PROCEDIMENTO

  • Si inizia facendo rosolare in padella la cipolla finemente tagliata con olio e sale; si abbassa la fiamma e si aggiungono i pomodorini tagliati a metà con qualche fogliolina di basilico, lasciando insaporire il tutto per qualche minuto.
  • In una ciotola a parte, si prepara il ripieno, impastando la mollica di pane con pecorino, un pizzico di sale (con parsimonia perché ci sono i capperi che sono già sotto sale) e pepe ed infine si aggiungono capperi ed olive nere. Per accentuare il sapore, si aggiunge infine un cucchiaio di sughetto di cottura dei pomodorini.
  • Si procede con l’assemblaggio vero e proprio: si stendono le fette di pesce spada, si aggiunge il ripieno e si arrotolano le fette con cautela, per poi infilzare ogni involtino con uno spiedino.
  • Disporre tutto su una pirofila da forno e versare sopra il sughetto di pomodorini precedentemente cotto, lasciare poi cuocere per 15/20 minuti in forno a 180°.

 

Buon appetito da Piazza del Campus!

Fallo sapere anche su:




Nessun Commento

Lascia un Commento

css.php