19/07/2019
HomeAttualità#SocialLibera la mente, promuovi soluzioni con WOIAC

Libera la mente, promuovi soluzioni con WOIAC

Al termine dello scorso anno, una nuova piccola stella ha cominciato a brillare nel cielo dei blog di informazione e di scambio culturale: il suo nome è WOIAC (World of Ideas Against Conformist). Nato dalla volontà di uno studente di Siena, si tratta di un piccolo (per ora!) blog di approfondimento su idee e concetti che stimolano la curiosità e la riflessione: dal significato del tempo all’esperienza del viaggio, fino a questioni riguardo a cosa è realtà e cosa invece illusione. Abbiamo intervistato Emiliano, uno degli autori del blog, nonché l’ideatore, per sapere qualcosa in più riguardo alle attività e agli appuntamenti di WOIAC, che si possono scoprire direttamente sul sito www.woiac.wordpress.com, sulla pagina Fb “WOIAC – Uradio” ed anche su Instagram.

D: Come è nata l’idea di dare vita a qualcosa come WOIAC?

R: La risposta non sarà semplice e comprensibile a una prima lettura, però proverò lo stesso a rispondere: WOIAC è un’idea strana, nata per caso, per certi versi controcorrente. In un periodo della mia vita in cui mi trovavo a ricostruire me stesso, sentivo la necessità di creare qualcosa di nuovo, unico, moderno. Nonostante la mia naturale tendenza a rigettare in parte il mondo digitale e il mio amore per la scrittura e i pensieri profondi, ho pensato bene potesse essere utile creare un luogo che sintetizzasse i due aspetti. Nasce insomma WOIAC al fine di ritrovare un contatto con se stessi (attraverso il potere della scrittura che crea un contatto tra te e il tuo io profondo) e con gli altri (attraverso il puro e semplice scambio libero e legittimo di opinioni). Inoltre è una fonte di conoscenza in più, visto e considerato che l’obiettivo è anche citare idee e autori che gli utenti stessi possono non conoscere. WOIAC = ARRICCHIMENTO CULTURALE E SPIRITUALE!

D: Il contatto tra se stessi e l’io profondo è da voi sviluppato attraverso temi che riguardano la filosofia, la psicologia, la società. Quanto, nei vostri articoli, è importante la divulgazione del pensiero dei grandi del passato e quanto invece è frutto del punto di vista personale degli autori di WOIAC?

R: Ecco, il segreto sta probabilmente qui! Una risposta a questa domanda non c’è in realtà. L’idea è quella che il modo con cui argomentare, riprendendo idee del passato o proponendone di nuove e personali, dipende esclusivamente dalla persona che scrive. Per WOIAC è importante riprendere il passato (incremento culturale) ed è altrettanto importante dire il proprio punto di vista (incremento soggettivo). La bellezza collaterale sta tutta qui.

D: Puoi parlarci degli appuntamenti radiofonici su Uradio (www.uradio.org)?

R: Come ogni università che si rispetti a livello sociale tra gli universitari stessi, Siena ha una radio tutta sua! Sono entrato in questo mondo per caso, ho conosciuto gente nuova e in gamba e ho portato un’idea nata proprio in quel periodo (ottobre-novembre 2018) alle loro orecchie, e gli è piaciuta! Sono contento, ogni giovedì andiamo in onda con nuove tematiche scelte lì per caso, e proponendo sempre idee personali, attraverso autori e libri letti o studiati o attraverso ciò che si pensa liberamente. WOIAC è un modo di vivere più che un luogo digitale, se ci riflettiamo, alla fine possiamo esplicitarlo in ogni ambito. Durante l’ultima puntata abbiamo affrontato il tema di San Valentino: l’Amore!

Tengo a precisare quindi che WOIAC non è solo un blog, né è la pagina su Facebook, ma semplicemente è qualcosa che le contiene, essendo un mezzo per applicarle

D: Oltre ai tanti articoli, il cui tema che sviluppano è scelto ogni due settimane, e al programma radiofonico, che va in onda ogni giovedì, quali altre rubriche o appuntamenti WOIAC porta avanti sulla sua pagina Facebook?

R: Al momento non abbiamo altre “rubriche pratiche” come la radio. Su Facebook portiamo avanti essenzialmente attività che hanno come obiettivo quello di emozionare: quindi condividiamo video, citazioni di grandi personaggi di ogni epoca, e audio di ogni genere, consigli per migliorare e auto-riflettere su se stessi. Abbiamo in mente altre cose che sono ancora “in cantiere”. Vorremmo coinvolgere anche altre persone, coinvolgere professori universitari sarebbe un grande traguardo.

D: A proposito di traguardi, è fresca l’entrata in WOIAC di un nuovo autore australiano. Pensi che porterà bene e che, nonostante WOIAC sia nato da pochi mesi, il suo ingresso rappresenti un’opportunità per allargare i vostri orizzonti?

R: Assolutamente sì. Credo che l’inglese sia fondamentale per far sentire in maniera più internazionale la propria voce! E’ ovvio che rappresenta un’opportunità di non poco conto, ma siamo qui ad attendere i risultati ancora sconosciuti.

  • Marco Pisanu

Fallo sapere anche su:




Nessun Commento

Area Commenti Chiusa.