23/05/2019
HomeCulturaArteUna gita a Pistoia

Una gita a Pistoia

Se le solite mete turistiche non fanno per voi, oggi vi consigliamo di farvi un giretto a Pistoia, capitale della cultura 2017.

Vista dal campanile della Cattedrale di San Zeno

Un po’ di … storia

Pistoia fu fondata nel II secolo a.C.  come  centro fortificato (oppidum) che serviva da  base per le legioni romane in lotta contro i Liguri. Il nome stesso della città ricorda questa origine, infatti in latino, con il termine pistores, venivano definiti coloro che impastavano il pane per rifornire le truppe.

Se avete deciso di avventurarvi in questa cittadina dai piccoli vicoli e dai negozietti storici, non potete assolutamente perdere queste principali bellezze:

  1. LA PIAZZA DEL DUOMO: Unica nel suo genere in quanto racchiude in sé tutti e 3 i poteri dello Stato: Il potere legislativo (Palazzo del Tribunale), potere esecutivo (Palazzo del Comune) e potere religioso (Duomo).

 

2. LA CATTEDRALE DI SAN ZENO

Ha una meravigliosa facciata in stile romanico con, all’estremità della cuspide, le due statue marmoree dei santi patroni san Zeno e san Jacopo.
All’interno, nella cappella del Crocifisso o del Giudizio, troviamo l’altare argenteo di San Jacopo una  mirabile opera di oreficeria realizzata tra 1287 e 1456, la cui realizzazione coinvolse i maggiori artigiani e artisti dell’epoca tra cui anche il giovane Filippo Brunelleschi che vi lavorò su due busti di profeti .
Sul lato sinistro della cattedrale troviamo il campanile, che è possibile visitare, accompagnati da una guida.

Di fronte alla Cattedrale troviamo l’antico Battistero di San Giovanni in Corte, gotico anch’esso e con la facciata rivestita di marmo bianco e serpentino verde.

Sempre in piazza duomo troviamo il Palazzo della Prefettura, sempre di epoca medievale, il cui cortile interno è  coperto da un soffitto a volte decorato da una serie di affreschi risalenti al XV secolo, raffiguranti gli stemmi dei Podestà e dei Commissari in servizio nel palazzo.

 

2. L’OSPEDALE DEL CEPPO

A pochi minuti a piedi, in piazza Papa Giovanni XXIII, troviamo l’Ospedale del Ceppo, ornato da fregi in terracotta policromata e invetriata dei Della Robbia. All’interno della struttura è possibile scoprire, attraverso il percorso guidato “Pistoia sotterranea”, assieme ai 650 metri di sotterranei della città, anche il più piccolo teatro  anatomico del mondo edificato nel 1770 e adibito alle dimostrazioni anatomiche, ad uso degli studenti di medicina, effettuate tramite dissezione di cadaveri da parte del docente.

 

3. LA PIEVE DI SANT’ANDREA

Ultima tappa obbligata è la Pieve di Sant’Andrea,  anche essa situata nel centro della città. La facciata in stile romanico presenta, nell’architrave mediano, una decorazione scultorea raffigurante il viaggio dei re magi, iconografia particolare che può trovare la sua ragione nel fatto che il complesso si affacciava sulla via Francigena, importante tracciato dell’Europa medievale.

All’interno della chiesa troviamo ben tre opere di Giovanni Pisano: il pulpito, il crocifisso ligneo di Ripalta e la statua di Sant’Andrea.

 

COME ARRIVARE A PISTOIA DA SIENA

IN TRENO: Facilmente raggiungibile in circa 2 ore e 20 minuti in  treno da Siena. Cambio a Firenze-Rifredi. Costo del biglietto: euro 11,70.

IN AUTOMOBILE: distanza del tragitto: 107 km. ; durata stimata: 1 ora e 16 minuti.
Entra in Strada Statale 674/Tangenziale Ovest di Siena. Prosegui su Raccordo Autostradale Firenze – Siena. Alla rotonda prendi la 3ª uscita e prendi lo svincolo E35/A1 per Firenze/Pisa Nord/Bologna/Roma/Aeroporto Firenze. Mantieni la sinistra al bivio ed entra in A1/E35. Prendi l’uscita Firenze Nord per entrare in A11/E76 verso A12. Scegli la direzione Pistoia. Tieni la sinistra alla biforcazione e scegli la direzione verso Pistoia Centro.

COME RITORNARE A SIENA DA PISTOIA

IN TRENO: Treni regionali molto frequenti con Cambio a Firenze-Rifredi.

IN AUTOMOBILE: Prendi Piazza Leonardo Da Vinci. Continua avanti su Via Cesare Battisti. Gira lievemente a destra ed immettiti a Via Bonellina. Nella rotatoria scegli la 1ª uscita e scegli la diramazione Strada Statale Porrettana verso Firenze/Pisa/Modena/Bologna/Abetone/Lucca/Porretta Terme/Montecatini Terme. Scegli la direzione per A11/E76 verso Firenze. Scegli la direzione per A1/E35 verso Roma. Scegli la direzione Firenze Impruneta/ Siena. Nella rotatoria scegli la 1ª uscita e procedi sulla diramazione Siena/Colle val D’Elsa/Poggibonsi/Grosseto-Fi-Si. Prosegui su Raccordo Autostradale Firenze – Siena.

 

-Laura Balsamo

 




Nessun Commento

Area Commenti Chiusa.